Angio TAC del Cranio - Prenota la visita online

Angio Tac Cranio

Descrizione

Angio TAC cranio (cerebrale) cos’è?

L’angio TAC cranio è una metodica di indagine che permette lo studio delle strutture vascolari arteriose cerebrali mediante l’impiego di radiazioni ionizzanti (raggi X) e di un mezzo di contrasto iodato.

 

Angio TAC cranio (cerebrale) a cosa serve?

Si tratta in particolare di un accertamento che ha come finalità la valutazione diagnostica dello stato di salute dei vasi che costituiscono il poligono di Willis. Esso rappresenta un circuito vascolare cerebrale formato da: arterie carotidi, arterie vertebrali e arteria basilare.

Il poligono di Willis presenta variazioni anatomiche in una percentuale di casi valutata anche fino al 50%.

 

Angio TAC cranio (cerebrale) quando farla?

Le indicazioni all’impiego di questa metodologia sono costituite dalla presenza di sintomi o segni che facciano sospettare la presenza di patologie vascolari arteriose encefaliche. Tra questi vi possono essere:

  • Perdita di conoscenza
  • Alterazioni della visione e dell’udito
  • Cefalea
  • Disturbi del comportamento
  • Difficoltà di fonazione


Tra le patologie all’origine di queste manifestazioni vi sono:

  • Aneurismi delle pareti delle arterie
  • Arteriosclerosi
  • Dissecazioni delle pareti arteriose
  • Variazioni anatomiche vascolari
  • Malformazioni vascolari

 

Angio TAC cranio (cerebrale) come si fa?

L’indagine diagnostica viene effettuata utilizzando un’apparecchiatura TAC, simile a un grosso tubo, mediante l’ausilio di un mezzo di contrasto. Il paziente si sdraia in posizione supina sul lettino di esame con la testa appoggiata su un apposito supporto ed è necessario che rimanga immobile durante tutto l’esame. In caso di manifestazioni allergiche, deve essere disponibile un pronto soccorso.

 

Durante la procedura diagnostica deve essere sempre immediatamente disponibile un’assistenza d’emergenza in caso di reazioni allergiche gravi verso la sostanza iodata utilizzata (shock anafilattico).

 

Angio TAC cranio (cerebrale) preparazione

Il medico deve essere informato di eventuali reazioni allergiche già conosciute dal paziente verso la sostanza iodata utilizzata come contrasto ed è necessario il digiuno da almeno sei ore. Bisogna inoltre eseguire preliminarmente analisi ematochimiche sul sangue per la valutazione dei parametri di funzionalità renale: creatinina e urea.

 

Angio TAC cranio (cerebrale) fa male o ha qualche controindicazione?

Si tratta di un esame di regola senza particolari fastidi, fatta eccezione per il lieve dolore provocato dalla puntura dell’ago con il quale viene iniettato il mezzo di contrasto. Controindicazioni all’esecuzione di questo accertamento sono rappresentate da allergie nei confronti del mezzo di contrasto, dalla gravidanza e nei casi di insufficienza renale importante.

 

Note

Al momento non sono da evidenziare note riferite a questa prestazione.

Visite Specialistiche

Fisioterapia

  • Fisioterapia

Prevenzione

Medicina Estetica

Cerchi una struttura
dove prenotare
e acquistare
questa prestazione?

Per accedere al servizio devi acconsentire al trattamento dei tuoi dati personali. Leggi l'informativa sulla privacy