Ecobiometria

Descrizione

Ecobiometria cos’è?

L’ecobiometria dell'occhio è un’indagine di pertinenza oftalmologica che permette di misurare la lunghezza del bulbo oculare tramite l’impiego di ultrasuoni. L’oftalmologo è il medico specializzato in oftalmologia che esegue questo tipo di accertamento. L’esame viene effettuato in un centro biometrico specializzato utilizzando uno strumento chiamato biometro. L’apparecchio è provvisto di una sonda che emette ultrasuoni ed è in grado di registrare le eco di ritorno delle onde sonore di ritorno dalle strutture oculari. L’esame viene eseguito nel corso della visita oculistica (vedi link) assieme ad altri esami quali:

 

 

Ecobiometria a cosa serve?

La misurazione della lunghezza del bulbo oculare consente all’oculista di scegliere, in base alle dimensioni dell’occhio, la lente artificiale più adatta per sostituire il cristallino danneggiato dalla cataratta. Pure gli interventi di chirurgia refrattiva traggono vantaggio dall’esecuzione di questo tipo di indagine che consente inoltre di valutare anche le dimensioni della camera anteriore dell’occhio.

 

Ecobiometria quando farla?

L’indicazione principale all’esame ecobiometrico è dunque costituita dalla cataratta oculare (opacizzazione del cristallino). Si tratta di una patologia caratterizzata da una perdita di trasparenza del cristallino, la struttura (lente) contenuta nel bulbo oculare e situata tra l’iride e il corpo vitreo, materiale translucido e di consistenza gelatinosa contenuto nella parte posteriore dell’occhio.

La cataratta è determinata da modificazioni chimiche della struttura del cristallino che progressivamente conducono all’opacizzazione di questa lente naturale con conseguente perdita della vista. le cause della cataratta sono principalmente costituite dall’invecchiamento e dal diabete. Anche un trauma oculare può determinare la comparsa di questa patologia. L’intervento chirurgico, consistente nell’impianto di una lente artificiale al posto del cristallino, in genere risolve in modo definitivo questa malattia dell’occhio.

 

Ecobiometria come si fa?

Il paziente è seduto davanti all’operatore che, utilizzando la sonda del biometro, procede in pochissimo tempo a rilevare le misurazioni del bulbo oculare. Di solito viene applicato un anestetico locale prima dell’esame.

 

Ecobiometria preparazione

Non è richiesta al paziente nessuna preparazione specifica per l’esecuzione di questo accertamento diagnostico; viene solamente applicato un anestetico locale in loco prima dell'esame.

 

Ecobiometria fa male o ha qualche controindicazione?

Generalmente non vi sono controindicazioni all’ecobiometria e si tratta di un esame indolore.

Note

Al momento non sono da evidenziare note riferite a questa prestazione.

Radiografie, Ecografie, Tac, Risonanze

Visite Specialistiche

Fisioterapia E Riabilitazione

  • Fisioterapia

Cerchi una struttura
dove prenotare
e acquistare
questa prestazione?

Per accedere al servizio devi acconsentire al trattamento dei tuoi dati personali. Leggi l'informativa sulla privacy