Ecografia Ginecologica - Prenota l'esame online

Ecografia Ginecologica

Descrizione

Ecografia ginecologica cos’è?

L’ecografia ginecologica include l’ecografia pelvica transaddominale (anche nota come ecografia pelvica esterna) e l’ecografia transvaginale (ecografia interna ginecologica), quest'ultima effettuata tramite l’inserimento di una sonda a ultrasuoni nel canale vaginale.

 

Ecografia ginecologica a cosa serve?

L’ecografia pelvica ginecologica serve allo studio e alla valutazione degli organi dell’apparato riproduttivo femminile, cioè di utero, tube ed ovaie. Sostanzialmente sono due le tipologie ecografiche previste per questo tipo di accertamento: l’ecografia pelvica transaddominale (anche nota come ecografia pelvica esterna) e l’ecografia transvaginale (ecografia intrauterina), effettuata tramite l’inserimento della sonda a ultrasuoni nel canale vaginale. 

 

Ecografia ginecologica quando farla?

L’ecografia ginecologica trova indicazione come esame di controllo periodico regolare per monitorare lo stato di salute degli organi genitali femminili. Viene consigliata anche in caso di amenorrea (assenza del ciclo mestruale), di dolori pelvici, di eventuali infezioni, di flussi abbondanti o sanguinamenti anomali che potrebbero essere campanelli d’allarmi circa la presenza di polipi o fibromi; oppure quando sussistano sospetti diagnostici di patologie degli organi della riproduzione. Tra queste vi sono:

  • Anomalie di posizione dell’utero
  • Cisti paraovarica
  • umori ovarici
  • Malattie dell’endometrio
  • Tumori benigni e maligni dell’utero

 

Per le pazienti che non hanno ancora avuto rapporti completi, spetta al medico ginecologo valutare, durante la visita, se l'elasticità dell’imene sia sufficiente da consentire un'ecografia transvaginale o se sia il caso di limitarsi all’ecografia transaddominale. 

 

Ecografia ginecologica come si fa?

La paziente si sdraia in posizione supina sul lettino d’esame ginecologico. Per eseguire un’ecografia ginecologica transaddominale, il ginecologo fa scorrere la sonda a ultrasuoni sulla cute dell’addome dopo aver applicato un gel apposito che favorisce la trasmissione delle onde. In questo modo è in grado di visualizzare le immagini degli organi genitali interni e delle strutture pelviche generate dagli ultrasuoni.  L’ecografia endovaginale comporta invece l’introduzione della sonda transvaginale ultrasonica all’interno del canale vaginale. L’accertamento dura un quarto d’ora circa.

 

Ecografia ginecologica preparazione

Per l’esecuzione dell’ecografia transvaginale non è necessaria una preparazione particolare, né la vescica urinaria piena. Al contrario, per l’esame di ecografia pelvica transaddominale, bisogna che la vescica urinaria sia piena e quindi la paziente deve bere acqua in quantità sufficiente poco prima dell’accertamento. 

Ecografia ginecologica fa male o ha qualche controindicazione?

È un esame indolore e senza controindicazioni. Le onde a ultrasuoni emesse dalla sonda ecografica non sono dannose per l'organismo, dunque non comportano rischi né a breve termine né a lungo termine.

Note

Al momento non sono da evidenziare note riferite a questa prestazione.

Visite Specialistiche

Fisioterapia

  • Fisioterapia

Prevenzione

Medicina Estetica

Cerchi una struttura
dove prenotare
e acquistare
questa prestazione?

Per accedere al servizio devi acconsentire al trattamento dei tuoi dati personali. Leggi l'informativa sulla privacy