Elettromiografia - Prenota l'esame medico online

Emg

Descrizione

Cos’è l’elettromiografia?

L'elettromiografia (EMG), così come l'elettromiografia di singola fibra (SFEMG) e l'elettroneurografia (ENG), è una tecnica di indagine neurofisiologica impiegata per l'analisi della funzionalità del sistema nervoso periferico. Viene richiesta durante una visita neurologica (vedi link).

 

A cosa serve l’elettromiografia?

la EMG consente di studiare i muscoli e i motoneuroni che li controllano. L’apparecchio (elettromiografo) che permette l’esecuzione di questo esame è in grado di registrare l’attività elettrica delle fibre nervose e di trasformarla in una rappresentazione grafica (elettromiogramma) che documenta l’esame e consente un’eventuale diagnosi di malattia. L’interpretazione del tracciato così ottenuto è generalmente affidata al medico neurologo o a un esperto di neurofisiologia.

 

Elettromiografia quando farla?

Le indicazioni all’esecuzione di un esame elettromiografico sussistono in presenza di segni o sintomi che facciano sospettare una malattia neuro-muscolare quali:

  • Dolori o crampi muscolari
  • Formicolii (parestesie)
  • Astenia (debolezza muscolare)
  • Intorpidimento
  • Spasmi (contrazioni) muscolari involontari
  • Paralisi
     

Queste manifestazioni cliniche possono derivare da patologie importanti tra le quali:

  • Le malattie muscolari, ad esempio le distrofie muscolari e le miositi
  • Le alterazioni della comunicazione tra muscoli e motoneuroni come la miastenia grave
  • Le malattie dei nervi periferici, ad esempio le neuropatie periferiche
  • Le malattie dei motoneuroni del cervello e del midollo spinale, ad esempio la sclerosi laterale amiotrofica (SLA) e la poliomielite
  • Le malattie delle radici nervose quali l'ernia del disco
     

Per indagare meglio queste malattie vengono effettuati ulteriori esami periferici, come ecografia arti (vedi link) e angio rmn tsa (vedi link), oppure esami relativi al sistema nervoso centrale come RMN encefalo (vedi link), tac encefalo (vedi link), angio rmn cranio (vedi link).

 

 

Elettromiografia come si fa?

L'esame elettromiografico comprende usualmente due fasi. La prima è specifica per lo studio e la valutazione dei segnali nervosi nell'area di interesse, ad esempio elettromiografia degli arti inferiori o degli arti superiori; la seconda riguarda l'analisi dell'attività elettrica dei muscoli presenti nel distretto corporeo sotto esame. La durata complessiva dell'accertamento, considerate le due fasi, è di circa 60 minuti. Durante l'accertamento Il paziente può essere seduto o sdraiato ed è collegato tramite elettrodi all’elettromiografo. Il medico operatore richiede al paziente di eseguire determinati movimenti durante le fasi l’accertamento quando lo ritiene opportuno.

 

Elettromiografia preparazione

La preparazione specifica del paziente per un esame elettromiografico richiede una doccia completa senza successive applicazioni di creme, lozioni o altri prodotti cosmetici sulla pelle appena pulita. È anche opportuno indossare abiti comodi che non stringano o avvolgano in maniera eccessivamente costrittiva le zone da esaminare.

 

L’elettromiografia fa male o ha qualche controindicazione?

L’esame diagnostico è controindicato nei soggetti portatori di pacemaker cardiaco e/o di defibrillatore impiantabile come pure nei soggetti affetti da alterazioni della coagulazione del sangue (ad esempio emofilia). Chi è sottoposto a terapie farmacologiche anticoagulanti deve comunicarlo al neurologo. Le stimolazioni elettriche previste durante l’esecuzione dell’elettromiografia possono risultare fastidiose o anche dolorose. Si tratta comunque di problemi di breve durata senza implicazioni dannose successive per la salute.

Note

Al momento non sono da evidenziare note riferite a questa prestazione.

Visite Specialistiche

Fisioterapia

  • Fisioterapia

Prevenzione

Medicina Estetica

Cerchi una struttura
dove prenotare
e acquistare
questa prestazione?

Per accedere al servizio devi acconsentire al trattamento dei tuoi dati personali. Leggi l'informativa sulla privacy