Esame Vestibolare - Prenota l'esame online

Esame Vestibolare

Descrizione

Esame vestibolare cos’è?

L’esame vestibolare è una tecnica medica a valenza generalmente diagnostica, ma talora anche terapeutica, che studia l’apparato vestibolare (vestibolo, labirinto) e permette di valutare ed eventualmente risolvere un disturbo vertiginoso. Le vertigini sono sensazioni soggettive molto fastidiose di perdita dell’equilibrio e dell’orientamento spaziale quando un soggetto è invece obiettivamente fermo e stabile e possono portare a sintomi vegetativi come nausea e vomito. La sindrome vertiginosa può essere di origine centrale o periferica. In quest’ultimo caso sono i labirinti, strutture contenute nell’orecchio interno, a essere i responsabili dei disturbi e l’esame vestibolare costituisce la manovra diagnostica che permette di evidenziare eventuali problemi a livello di queste strutture.

 

Esame vestibolare a cosa serve?

Si tratta di un accertamento eseguito dal medico otorinolaringoiatra che serve alla diagnosi e talora alla terapia di disturbi dell’equilibrio (vertigini) di natura periferica.

 

Esame vestibolare quando farla?

Le indicazioni all’esecuzione di questo accertamento derivano dalla comparsa di vertigini di gravità variabile e perduranti nel tempo. Tra le malattie alla base di questi sintomi vi sono:

  • Infiammazioni delle strutture di controllo dell’equilibrio (labirintiti)
  • Sindrome di Ménière
  • Traumi
  • Farmaci ototossici

 

Esame vestibolare come si fa?

Il paziente viene fatto sdraiare in posizione supina sul lettino d’esame e indossa un paio di occhiali speciali, chiamati occhiali di Frenzel, che impediscono la fissazione dello sguardo e permettono la comparsa di un movimento particolare degli occhi denominato nistagmo, ossia oscillazione involontaria e ritmica degli occhi. Il medico esaminatore sposta la testa del paziente sdraiato sul lettino fino a ottenere la manifestazione del nistagmo identificando in questo modo quale sia la posizione del capo in grado di scatenare tale fenomeno. In questa fase dell’esame il medico potrebbe già diagnosticare la patologia a monte della sintomatologia vertiginosa.

In caso contrario si può procedere alla seconda fase che consiste nella stimolazione termica dei vari settori degli organi dell’equilibrio realizzata con l’immissione di acqua a diverse temperature nel condotto uditivo esterno. Se la risposta ottenuta dalla stimolazione delle due orecchie è uguale non vi sono patologie in atto, altrimenti si è in presenza di alterazioni patologiche delle strutture di destra o di sinistra.

 

Esame vestibolare preparazione

È necessario che il paziente sia a digiuno da circa quattro ore per evitare la ricomparsa della vertigine accompagnata da fenomeni quali nausea e vomito. Bisogna anche sospendere l’eventuale terapia in atto con farmaci anti-vertiginosi.

 

Esame vestibolare fa male o ha qualche controindicazione?

Si tratta di un esame non doloroso ma che può risultare fastidioso. La perforazione della membrana timpanica e la presenza di un tappo di cerume (vedi link) controindicano l’esecuzione dell’esame.


 

Note

Al momento non sono da evidenziare note riferite a questa prestazione

Visite Specialistiche

Fisioterapia

  • Fisioterapia

Prevenzione

Medicina Estetica

Cerchi una struttura
dove prenotare
e acquistare
questa prestazione?

Per accedere al servizio devi acconsentire al trattamento dei tuoi dati personali. Leggi l'informativa sulla privacy