Mappatura Nevi - Prenota l'esame medico online

Mappatura Nevi

Descrizione

Mappatura nevi cos’è?

La mappatura dei nevi è una valutazione di natura dermatologica che permette di tenere sotto controllo le pigmentazioni cutanee chiamate nei o nevi con finalità di prevenzione o di diagnosi precoce del melanoma. Si tratta di una prestazione medica eseguita dal dermatologo durante la visita dermatologica (vedi link), ossia dallo specialista delle malattie della pelle.

 

Mappatura nevi a cosa serve?

Si tratta di un accertamento che ha come obiettivo finale quello di prevenire o diagnosticare precocemente una grave patologia neoplastica della pelle: il melanoma. Questo tipo di cancro è dovuto alla trasformazione dei melanociti, una popolazione di cellule normalmente presente nella cute, in quantità variabile da individuo a individuo, che fisiologicamente è deputata alla produzione di melanina, pigmento scuro che protegge dall’azione dei raggi solari tramite l’abbronzatura della pelle. In condizioni di assoluta normalità, i melanociti possono raggrupparsi formando conglomerati di colore generalmente nerastro, i nei o nevi, di dimensioni variabili, distribuiti sulla superficie cutanea e innocui per la salute. I melanociti degenerano in cellule cancerose in alcuni casi, con l’azione delle radiazioni ultraviolette solari alle quali si aggiunge il possibile effetto dannoso prodotto da altri agenti (ad esempio sistema immunitario indebolito, fattori genetici).

Il melanoma è una malattia in aumento, si stima che in Italia vengano colpite circa 14.000 persone all’anno. L’incidenza della malattia risulta raddoppiata negli ultimi 10 anni. Il melanoma ha tendenza a metastatizzare rapidamente e a colonizzare organi e strutture lontani dalla sede cutanea primaria con serio pericolo per la vita. La diagnosi precoce di questa malattia è facilitata dalla mappatura dei nei e consente di intervenire rapidamente in modo chirurgico con ottime probabilità di guarigione definitiva.

 

Mappatura nevi quando farla?

Dovrebbero sottoporsi alla mappatura dei nei soprattutto i soggetti ritenuti a rischio maggiore di ammalarsi di melanoma. Per esempio:

  • Le persone con occhi, capelli, pelle chiara e lentiggini
  • Coloro che presentano numerosi nei sulla superficie cutanea
  • I soggetti con familiarità per melanoma o che sono già stati colpiti da questa patologia

 

Mappatura nevi come si fa?

Il paziente è privo di indumenti per facilitare l’osservazione delle formazioni pigmentate. Il dermatologo procede in primo luogo all’esame detto dermatoscopia o epiluminescenza, osservando ogni singolo nevo mediante l’utilizzo di uno strumento chiamato dermatoscopio che consente un’indagine strutturale microscopica permettendo di valutare aspetti altrimenti non visibili a occhio nudo. Lo specialista procede poi a scattare fotografie d’insieme e di dettaglio dei nei, immagini che vengono poi registrate, immagazzinate ed elaborate con un sistema computerizzato. In questo modo è possibile, con successivi controlli, evidenziare eventuali pericolosi cambiamenti della struttura cellulare e intervenire chirurgicamente asportazione neoformazioni cutanee,(vedi link) in modo tempestivo qualora insorga un melanoma.

La durata dell’esame varia in dipendenza del numero e dell’aspetto delle lesioni pigmentate presenti sulla pelle.

 

Mappatura nevi preparazione

Non sono necessarie particolari preparazioni ma è opportuno eseguire la mappatura quando non si è abbronzati.

 

Mappatura nevi fa male o ha qualche controindicazione?

Si tratta di una valutazione clinica indolore senza controindicazioni particolari.

Note

Al momento non sono da evidenziare note riferite a questa prestazione

Visite Specialistiche

Fisioterapia

  • Fisioterapia

Prevenzione

Medicina Estetica

Cerchi una struttura
dove prenotare
e acquistare
questa prestazione?

Per accedere al servizio devi acconsentire al trattamento dei tuoi dati personali. Leggi l'informativa sulla privacy