Pachimetria Corneale

Descrizione

Pachimetria corneale cos’è?

La pachimetria corneale è un esame eseguito dal medico specialista in oftalmologia: l’oftalmologo. Per l’effettuazione di questo esame vengono impiegati appositi strumenti: il microscopio speculare o il tomografo ottico a coerenza (OCT) (vedi link).

Si tratta di un presidio diagnostico di fondamentale importanza, unitamente alla topografia corneale, per porre diagnosi di cheratocono. Inoltre, questo accertamento fornisce dati preliminari importanti nel campo della chirurgia refrattiva e corneale e per la valutazione clinica dei soggetti portatori di ipertonia oculare. L’esame viene eseguito nel corso della visita oculistica assieme ad altri esami quali:

 

Pachimetria corneale quando farla?

Le indicazioni all'esame pachimetrico della cornea nascono dalla necessità di valutare e/o diagnosticare un certo numero di malattie che possono colpire questa struttura, tra le quali:

  • Il cheratocono
  • Il glaucoma
  • edema della cornea

 

Lo spessore della membrana corneale (circa 500 micron al centro) non varia in modo sostanziale durante il corso della vita. Per questo motivo è spesso sufficiente seguire una sola misurazione con la pachimetria.

 

Pachimetria corneale come si fa?

L'esame pachimetrico corneale si svolge mentre il paziente è seduto davanti all'apparecchiatura dedicata con il mento e la fronte saldamente appoggiati sugli appositi supporti. Il medico oculista applica direttamente nell'occhio un collirio anestetico e successivamente appoggia con delicatezza sulla membrana corneale una piccola sonda che è in grado di rilevare lo spessore di questa struttura.

Durante le varie fasi dell'esame il paziente deve mantenere fisso lo sguardo su una fonte luminosa per una manciata di secondi, tenendo ovviamente gli occhi ben aperti. Durante questo lasso di tempo la sonda è in grado di rilevare le caratteristiche morfologiche e dimensionali della cornea, compreso il suo spessore misurato in diversi punti della membrana di rivestimento oculare.

 

Pachimetria corneale preparazione

Non sono richieste al paziente particolari preparazioni per l’esecuzione di questo accertamento.

 

Pachimetria corneale fa male o ha qualche controindicazione?

Si tratta di un esame indolore e senza rischi. In linea generale non vi sono controindicazioni, salvo diversa valutazione variabile da caso a caso da parte del medico oftalmologo.

Note

Al momento non sono da evidenziare note riferite a questa prestazione.

Radiografie, Ecografie, Tac, Risonanze

Visite Specialistiche

Fisioterapia E Riabilitazione

  • Fisioterapia

Cerchi una struttura
dove prenotare
e acquistare
questa prestazione?

Per accedere al servizio devi acconsentire al trattamento dei tuoi dati personali. Leggi l'informativa sulla privacy