Polisonnografia - Prenota l'esame medico online

Polisonnografia

Descrizione

Polisonnografia cos’è?

La polisonnografia è un esame che consente l’analisi e lo studio del sonno mediante uno strumento chiamato polisonnigrafo, collegato al paziente mentre dorme.

 

Polisonnografia a cosa serve?

L’apparecchio per l’esame polisonnografico è in grado di registrare durante il sonno alcuni parametri tra i quali la respirazione, la concentrazione di ossigeno nel sangue e l’attività elettrica cerebrale. I risultati ottenuti vengono interpretati e valutati da un medico specializzato, in grado di diagnosticare eventuali disturbi del sonno e proporre una cura.

L’esame del sonno si svolge in locali destinati specificamente a questo scopo attrezzati presso centri specializzati.

Oggi, per lo screening delle apnee notturne, si effettua il monitoraggio cardio respiratorio completo domiciliare a casa del paziente, destinando la polisonnografia di II livello a casi complessi.

 

Polisonnografia quando farla?

Si tratta di un esame che viene eseguito quando sono presenti disturbi tra i quali:

  • Movimenti involontari degli arti inferiori durante il sonno
  • Attività di movimento anche complesse delle quali non rimane memoria al risveglio
  • Necessità impellente e a volte imperativa di dormire durante il giorno
  • Apnee notturne, ossia interruzioni temporanee della respirazione di durata variabile
  • Carenza di sonno persistente

 

Questi eventi notturni anomali possono derivare da patologie del sonno tra le quali:

  • L’insonnia primaria e secondaria
  • Il sonnambulismo
  • La narcolessia, ossia l’eccessiva sonnolenza diurna
  • L’enuresi, ossia la minzione involontaria durante il sonno
  • Il bruxismo, sfregamento dei denti superiori contro quelli inferiori
  • Gli incubi
  • Malattie come l’ipertiroidismo o l’ipotiroidismo e alcune tipologie di cardiopatie
  • Malattie neurologiche o psichiatriche, ad esempio il morbo di Parkinson, le psicosi, la schizofrenia
  • L’assunzione di sostanze come l’alcol e i farmaci
  • La broncopatia cronica ostruttiva (BPCO)
     

 

La polisonnografia pertanto può essere utile durante una visita otorinolaringoiatrica (vedi link) e abbinata a una laringoscopia (vedi link).

 

Polisonnografia come si fa?

L’accertamento viene effettuato collegando il paziente al polisonnigrafo tramite sensori cutanei e fasce elastiche al torace. L’esame comincia quando il paziente si addormenta e finisce al risveglio. 

L’apparecchio è in grado di registrare:

  • La respirazione nasale ed orale
  • La frequenza cardiaca e respiratoria
  • L'ossimetria e la posizione durante il sonno

 

 

Polisonnografia preparazione

Si tratta di un esame semplice, senza necessità di particolare preparazione da parte del paziente, fatta eccezione per l’astensione dal consumo di caffeina e alcol durante la giornata precedente al test.
 

La polisonnografia fa male o ha qualche controindicazione?

Non ci sono controindicazioni. Si tratta di un accertamento indolore e non ci sono pericoli per la salute.

Note

Al momento non sono da evidenziare note riferite a questa prestazione.

Visite Specialistiche

Fisioterapia

  • Fisioterapia

Prevenzione

Medicina Estetica

Cerchi una struttura
dove prenotare
e acquistare
questa prestazione?

Per accedere al servizio devi acconsentire al trattamento dei tuoi dati personali. Leggi l'informativa sulla privacy