Risonanza Magnetica al Cranio - Prenota l'esame online

Rmn Cranio

Descrizione

RMN cranio cos’è?

La Rmn cranio, ossia la risonanza magnetica nucleare dell’encefalo, è una tecnica diagnostica per immagini che permette la valutazione e lo studio degli organi (tronco encefalico, cervello e cervelletto), dei tessuti e delle strutture contenute nella cavità cranica per mezzo di un campo magnetico e, spesso, di un mezzo di contrasto paramagnetico, solitamente si tratta di chelati di gadolinio.

 

RMN cranio a cosa serve?

Si tratta di un esame utile per la valutazione e per la diagnosi di alterazioni patologiche che possono colpire il cervello, il tronco dell’encefalo e il cervelletto.

 

RMN cranio quando farla?

Le indicazioni all’esecuzione di questo esame di solito arrivano dopo una visita neurologica e sono quelle che derivano dall’esigenza di valutare patologie encefaliche, tra le quali:

  • Ictus cerebrale e relative complicanze
  • Emorragie ed ematomi cerebrali
  • Aneurismi cerebrali
  • Sclerosi a placche (sclerosi multipla)
  • Tumori del cervello
  • Idrocefalia

Altri esami che riguardano l’encefalo sono:

 

RMN cranio come si fa?

La risonanza magnetica dell’encefalo può essere effettuata con o senza mezzo di contrasto. In quest’ultimo caso vengono utilizzate sostanze paramagnetiche come i chelati di gadolinio somministrati per via endovenosa. Il paziente si sdraia in posizione supina sul lettino di esame, poi introdotto nell’apparecchio per la risonanza magnetica chiusa, una volta che è stata posizionata intorno alla testa una bobina magnetica. Il soggetto sottoposto all’accertamento deve rimanere immobile durante l’esecuzione di tutta l’indagine. Può comunicare con il personale infermieristico tramite il sistema di comunicazione di cui è dotata l’apparecchiatura per la risonanza. Qualora si manifestino sintomi da claustrofobia possono essere utilizzati farmaci sedativi per completare l’accertamento. Deve essere disponibile l’occorrente per soccorrere il paziente in caso di rare manifestazioni allergiche. La durata dell’esame varia in genere dai 30 ai 60 minuti.

 

RMN cranio preparazione

Per eseguire la risonanza senza mezzo di contrasto non sono necessarie preparazioni particolari. In caso contrario il paziente deve essere a digiuno da almeno quattro ore, deve informare il medico se soffre di allergie e aver fatto le opportune analisi del sangue per valutare i parametri di funzionalità dei reni.

 

RMN cranio fa male o ha qualche controindicazione?

Si tratta di un accertamento indolore a parte il lieve fastidio provocato dall’ago impiegato per somministrare in vena il mezzo di contrasto, quando previsto. L’esame è controindicato per coloro che sono portatori di frammenti o residui metallici nel corpo e per i portatori di pacemaker cardiaco oppure clips metalliche in titanio utilizzate per chiudere aneurismi arteriosi. Fanno eccezione i dispositivi medici costruiti appositamente per poter funzionare correttamente sotto l’azione di campi magnetici. L’utilizzo del mezzo di contrasto è controindicato nelle donne in gravidanza, quando sussista un’insufficienza renale grave oppure sia presente allergia nei confronti della sostanza paramagnetica.

Note

Al momento non sono da evidenziare note riferite a questa prestazione.

Visite Specialistiche

Fisioterapia

  • Fisioterapia

Prevenzione

Medicina Estetica

Cerchi una struttura
dove prenotare
e acquistare
questa prestazione?

Per accedere al servizio devi acconsentire al trattamento dei tuoi dati personali. Leggi l'informativa sulla privacy