TAC Massiccio Facciale - Prenota l'esame medico online

Tac Massiccio Facciale

Descrizione

TAC massiccio facciale cos’è?

La TAC massiccio facciale, ossia la tomografia assiale computerizzata delle ossa della faccia, è un’indagine diagnostica per immagini che permette di ottenere la visualizzazione delle strutture ossee che costituiscono il volto utilizzando radiazioni ionizzanti.

 

TAC massiccio facciale a cosa serve?

Si tratta di un esame che serve a verificare lo stato di salute e ad accertare l’esistenza di eventuali patologie a carico dell’impalcatura scheletrica del massiccio facciale. Altri esami che possono offrire un quadro più approfondito di queste zone anatomiche sono:

La tac del massiccio facciale costituisce un esame necessario anche in caso di:

  • sospetto di sinusite
  • deviazione del setto nasale
  • rilevazione di eventuali fratture a carico delle ossa nasali o delle orbite

 

TAC massiccio facciale quando farla?

Le indicazioni all’impiego di questa metodica diagnostica sono quelle che derivano dalla necessità di diagnosticare e di studiare alterazioni patologiche di varie strutture ossee del volto, tra le quali i seni paranasali, le ossa del naso, le orbite. Tra queste si possono annoverare:

  • Infiammazioni, infezioni (es. sinusiti)
  • Lesioni post traumatiche (es. fratture delle ossa del naso)
  • Tumori

 

TAC massiccio facciale come si fa?

L’esame può essere effettuato con o senza l’impiego di una sostanza iodata che funge da mezzo di contrasto (MDC). In entrambe le eventualità il paziente si sdraia sul lettino di esame che viene poi introdotto all’interno dell’apparecchio TAC che ha la forma di un grosso tubo. È necessario che il soggetto esaminato rimanga immobile durante le varie fasi dell’esame e trattenga il respiro quando richiesto dal personale tecnico. L’accertamento senza MDC dura pochi minuti. L’utilizzo per via endovenosa del mezzo di contrasto iodato, che fornisce migliori risultati, prevede invece tempi di esecuzione un po’ più lunghi.

 

TAC massiccio facciale preparazione?

Non è necessaria una particolare preparazione quando non è previsto l’uso del mezzo di contrasto. Al contrario, se viene impiegata la sostanza iodata, il medico operatore deve essere informato delle eventuali pregresse allergie dal paziente ed è necessario eseguire analisi di natura ematochimica per controllare la funzionalità del fegato e dei reni mediante i parametri specifici costituiti da urea e creatinina. Durante l’esame TAC deve inoltre essere disponibile un’assistenza in caso di manifestazioni allergiche nei confronti del mezzo di contrasto.

 

TAC massiccio facciale fa male o ha qualche controindicazione?

L’esame radiografico non è doloroso a parte il fastidio provocato dall’ago introdotto in vena nei casi dove venga impiegato il mezzo di contrasto. La TAC del massiccio facciale è controindicata in gravidanza, quando esistano allergie già conosciute nei confronti del MDC e nei casi di insufficienza renale grave.

 

Note

Al momento non sono da evidenziare note riferite a questa prestazione.

Visite Specialistiche

Fisioterapia

  • Fisioterapia

Prevenzione

Medicina Estetica

Cerchi una struttura
dove prenotare
e acquistare
questa prestazione?

Per accedere al servizio devi acconsentire al trattamento dei tuoi dati personali. Leggi l'informativa sulla privacy