Trattamento Sclerosanti - Prenota l'esame medico online

Trattamento Sclerosanti

Descrizione

Trattamenti sclerosanti cosa sono?

I trattamenti sclerosanti, o scleroterapia, sono procedure mediche terapeutiche che hanno l’obiettivo di chiudere vasi venosi o capillari alterati che producono inestetismi più o meno evidenti. Il medico competente per l’esecuzione di questo trattamento è di regola lo specialista in malattie delle vene, l’angiologo.

 

Trattamenti sclerosanti a cosa servono?

La scleroterapia serve per ridurre gli inestetismi cutanei determinati da alterazioni delle vene e dei capillari. Si tratta quindi di una metodica terapeutica con finalità estetica o curativa . Di norma viene proposta dopo una visita di chirurgia vascolare (vedi link).

 

Trattamenti sclerosanti quando farli?

Le indicazioni principali per l’esecuzione della scleroterapia sono date dalle teleangectasie e dalle vene varicose degli arti inferiori. Le prime sono essenzialmente dilatazioni, non pericolose per la salute, di capillari e piccole vene che assumono un aspetto che ricorda grossolanamente quello di una ragnatela. La causa è spesso da ricondursi a fatti infiammatori della cute. Le seconde (vene varicose) sono invece dilatazioni anomale di vene che decorrono negli arti inferiori. Esse diventano molto evidenti e visibili assumendo spesso un decorso serpiginoso che aumenta ulteriormente l’aspetto antiestetico.

Anche le emorroidi, plessi venosi localizzati nella parte terminale del retto, possono essere trattate con terapia sclerosante. In genere i trattamenti di questo tipo presentano un grado di sicurezza buono, sebbene sia possibile l’insorgenza di complicazioni.

 

Trattamenti sclerosanti come si fanno?

Il paziente viene fatto accomodare sul lettino dell’ambulatorio e il medico procede a iniettare la soluzione sclerosante direttamente nei capillari o nelle vene da trattare utilizzando aghi sottilissimi. Si ottiene così la chiusura del lume vascolare e il sangue che prima passava viene dirottato in altri vasi sanguigni. I risultati sono visibili dopo qualche settimana se si tratta di capillari o venule, dopo qualche mese se invece il trattamento è stato eseguito su vene più grandi.

 

Trattamenti sclerosanti preparazione

Il medico deve raccogliere con scrupolo l’anamnesi del paziente con particolare riferimento alle malattie pregresse e ai farmaci eventualmente assunti, soprattutto quelli antiaggreganti e anticoagulanti. Eventuali manifestazioni allergiche già conosciute devono essere segnalate all’angiologo.

 

Trattamenti sclerosanti fanno male o hanno qualche controindicazione?

Si tratta di procedure che possono evocare dolore in genere sopportabile. Tra le controindicazioni assolute all’esecuzione del trattamento vi sono:

  • Tromboflebiti superficiali recenti
  • Trombosi venose profonde recenti
  • Gravidanza
  • Tumori maligni
 

 

Note

Al momento non sono da evidenziare note riferite a questa prestazione

Visite Specialistiche

Fisioterapia

  • Fisioterapia

Prevenzione

Medicina Estetica

Cerchi una struttura
dove prenotare
e acquistare
questa prestazione?

Per accedere al servizio devi acconsentire al trattamento dei tuoi dati personali. Leggi l'informativa sulla privacy