Urografia - Prenota l'esame medico online

Urografia

Descrizione

Urografia cos’è?

Si tratta di un accertamento diagnostico eseguito mediante l’impiego di radiazioni ionizzanti e di un mezzo di contrasto organo-iodato che permette di ben visualizzare tutte le strutture attraversate. Esso viene iniettato per via endovenosa utilizzando di regola un vaso sanguigno dell’arto superiore. L’urografia con mezzo di contrasto viene eseguita e interpretata dal medico radiologo, ma l’utilizzo dell’interpretazione avviene durante la visita urologica. L’esame può essere effettuato in un centro radiologico specialistico; viene attualmente utilizzato molto meno rispetto al passato grazie all’introduzione di nuove tecniche diagnostiche per immagini (TAC, ecografia). L’urografia viene richiesta nel corso di una visita urologica (vedi link), assieme ad altri esami diagnostici quali: ecografia addome (vedi link), uroflussometria (vedi link), Uretrocistografia Retrograda Minzionale (vedi link).

 

Urografia a cosa serve?

L’obiettivo dell’urografia con mezzo di contrasto è quello di valutare e studiare la morfologia, la funzionalità e lo stato di salute degli organi dell’apparato urinario (reni, ureteri, vescica).

 

Urografia quando farla?

Le indicazioni all’accertamento sono essenzialmente date dalla presenza di segni e/o sintomi sospetti per malattie delle vie urinarie, ad esempio:

  • Presenza di sangue nelle urine (ematuria)
  • Febbre attribuibile a patologie dell’apparato urinario
  • Dolore, talora molto intenso, al dorso e al fianco (colica renale)
  • Alterazioni delle caratteristiche macroscopiche dell’urina (torbidità, cattivo odore)
  • Disturbi della minzione (disuria, incontinenza urinaria).

 

Tra le malattie all’origine delle manifestazioni cliniche sopra descritte vi possono essere:

  • Calcolosi renale e vescicale
  • Infiammazioni ed infezioni del rene e della vescica urinaria
  • Ostruzioni delle vie urinarie
  • Alterazioni morfologiche e anatomiche degli organi e delle strutture dell’apparato urinario
  • Ipertrofia della prostata
  • Cisti renali
  • Tumori benigni e maligni dei reni e della vescica

 

Per alcune di queste problematiche prostatiche o vescicali si possono prevedere rispettivamente un massaggio prostatico (vedi link) e massaggio vescicale (vedi link). Riguardo le problematiche della prostata sono opportuni altri esami diagnostici quali rmn prostata (vedi link) ed ecografia transrettale (vedi link).

 

Urografia come si fa?

Il paziente viene fatto sdraiare in posizione supina sul lettino. Viene effettuata una radiografia preliminare dell’addome e si procede poi ad iniettare in vena il mezzo di contrasto. Successivamente, a intervalli di circa cinque minuti, vengono eseguite radiografie che evidenziano e documentano il percorso del liquido iniettato attraverso gli organi e le strutture dell’apparato urinario. Prima di ogni radiogramma viene chiesto al paziente di trattenere il respiro. Per consentire la visualizzazione ottimale della vescica, il paziente deve mingere prima dell’ultimo scatto radiografico. La durata dell’urografia con contrasto è di un’ora circa e può essere eseguita in urgenza di pronto soccorso oppure di routine.

 

Urografia preparazione

Prima di sottoporsi all’esame può essere necessaria una valutazione della funzionalità renale tramite un’analisi del sangue (azotemia, creatininemia). È importante che il paziente informi il medico dell’esistenza di eventuali allergie, con particolare riferimento ai mezzi di contrasto.

I pazienti diabetici in terapia con metformina dovrebbero sospendere il farmaco due giorni prima dell’indagine urografica e anche nelle 48 ore successive.

È necessario seguire scrupolosamente le prescrizioni del medico in riferimento alla dieta da osservare nei giorni precedenti l’esame che deve essere fatto comunque a digiuno.

 

Urografia fa male o ha qualche controindicazione?

Si tratta di un’indagine indolore, fatta eccezione per il bruciore, comunque sopportabilissimo, causato dalla puntura dell’ago per l’esecuzione dell’iniezione endovenosa.

Le gravi cardiopatie, il mieloma, la gravidanza e valori elevati di azotemia costituiscono controindicazione all’esecuzione dell’esame radiologico

Note

Al momento non sono da evidenziare note riferite a questa prestazione.

Visite Specialistiche

Fisioterapia

  • Fisioterapia

Prevenzione

Medicina Estetica

Cerchi una struttura
dove prenotare
e acquistare
questa prestazione?

Per accedere al servizio devi acconsentire al trattamento dei tuoi dati personali. Leggi l'informativa sulla privacy