Visita Medica Specialistica Nutrizionistica - Prenota online

Visita Specialistica Nutrizionistica

Descrizione

Visita nutrizionistica specialistica cos’è?

La visita nutrizionistica specialistica è un esame clinico che ha come obiettivo quello della cura degli squilibri ponderali e della valutazione delle abitudini alimentari del paziente. L’accertamento deve essere eseguito da un esperto, ossia un medico che abbia conseguito la specializzazione in scienza dell’alimentazione frequentando una scuola riconosciuta ufficialmente a livello nazionale.

 

Visita nutrizionistica specialistica a cosa serve?

Si tratta di un’indagine medica utile a mettere in atto le opportune terapie per la correzione e il ripristino del giusto peso corporeo, anche attraverso una corretta educazione alle abitudini alimentari, utile per prevenire o ridurre il rischio di diversi disturbi (diabete, ipertensione, etc). Si ricorre al dietologo quando nel paziente è presente una situazione di sovrappeso o addirittura di obesità, oppure nei casi cosiddetti di magrezza patologica, rappresentati da una perdita eccessiva di massa corporea.

 

Visita nutrizionistica specialistica quando farla?

  • Le indicazioni alla visita sono date da:
  • Soprappeso
  • Obesità
  • Magrezza patologica

 

È necessario avvalersi dello specialista in scienza dell’alimentazione anche quando insorga la necessità di cura di soggetti defedati a causa di malattie gravi (tumori maligni) o sottoposti a terapie particolarmente gravose che comportano perdita di appetito con difficoltà a nutrirsi e ad alimentarsi (chemioterapia). La riduzione del rischio cardio-vascolare costituisce anche indicazione al trattamento del nutrizionista nei soggetti obesi. In questi ultimi l’eccessivo aumento di peso è spesso legato ad altre patologie rilevanti quali i quadri dislipidemici e il diabete.

 

Visita nutrizionistica specialistica come si fa?

Come in tutte le visite mediche, anche quella a valenza nutrizionale inizia con un’attenta e dettagliata raccolta della storia clinica e alimentare. Il medico raccoglie informazioni riguardanti le malattie in atto, pregresse e presenti del paziente e della sua famiglia, eventuali intolleranze alimentari o allergie, queste ultime diagnosticabili tramite test allergologici (vedi link).

Particolare scrupolo deve essere rivolto alla dettagliata informazione relativa alle abitudini di vita in generale e alimentari in particolare. Poi la visita prosegue e il dietologo procede alle necessarie misurazioni, soprattutto con riferimento ai parametri utili per definire il BMI (indice di massa corporea). Questo indice rappresenta un efficace strumento di valutazione della situazione ponderale individuale, accettato e considerato valido anche dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Il BMI si ottiene dividendo il peso corporeo, espresso in chilogrammi, per il quadrato della misura della statura, espressa in metri.

Si ottiene in questo modo un valore che può essere confrontato con la classificazione seguente:

  • BMI inferiore a 18,5 = sottopeso
  • BMI compreso tra 18,5 e 24,9 = normopeso
  • BMI compreso tra 25 e 29,9 = sovrappeso
  • BMI compreso tra 30 e 34,9 = 1° grado di obesità
  • BMI compreso tra 35 e 39,9 = 2° grado di obesità
  • BMI maggiore di 40 = 3° grado di obesità

 

Terminato l’esame obiettivo, il medico può richiedere ulteriori accertamenti per approfondire la diagnosi.

 

Visita nutrizionistica specialistica preparazione

La visita dietologica non richiede al paziente una specifica preparazione.

 

Visita nutrizionistica specialistica fa male o ha qualche controindicazione?

Non si tratta di un accertamento che provoca dolore e non vi sono particolari controindicazioni.

 

 

Note

Al momento non sono da evidenziare note riferite a questa prestazione.

Visite Specialistiche

Fisioterapia

  • Fisioterapia

Prevenzione

Medicina Estetica

Cerchi una struttura
dove prenotare
e acquistare
questa prestazione?

Per accedere al servizio devi acconsentire al trattamento dei tuoi dati personali. Leggi l'informativa sulla privacy