Visita Specialistica Proctologica - Prenota l'esame online

Visita Specialistica Proctologica

Descrizione

Visita proctologica specialistica cos’è?

La visita proctologica specialistica è un esame clinico con finalità diagnostiche e terapeutiche svolto dal medico specialista delle malattie dell’ultimo tratto dell’intestino crasso, costituito da retto e ano. Lo specialista del settore è il proctologo, ossia il medico specialista che ha affinato e perfezionato la sua preparazione professionale nel campo della prevenzione, della diagnosi e della cura delle patologie che possono interessare le strutture terminali del colon e l’ano.

 

Visita proctologica specialistica a cosa serve?

Si tratta di un accertamento utile per verificare la presenza di alterazioni patologiche delle pareti e della mucosa di rivestimento dell’ultima parte del grosso intestino.

 

Visita proctologica specialistica quando farla?

È opportuno sottoporsi a un esame proctologico allorquando compiano sintomi che facciano pensare a una patologia a carico delle strutture suscettibili di diagnosi con questo metodo di accertamento.

Tra questi vi sono:

  • Dolore e bruciore in regione anale e perianale
  • Dolori al basso ventre spontanei o legati alla defecazione
  • Presenza di muco o sangue nelle feci

Tra le malattie all’origine dei sintomi precedentemente elencati e frequentemente osservate dal medico specialista si possono ricordare:

  • Infiammazioni e infezioni (ad esempio ascessi perianali)
  • Emorroidi (malattie del plesso venoso omonimo)
  • Ragadi anali
  • Polipi
  • Tumori del retto e dell’ano (ad esempio carcinomi)

 

Visita proctologica specialistica come si fa?

La visita specialistica inizia come da prassi clinica con la raccolta dell’anamnesi del paziente. Essa consente di ottenere informazioni utili alla diagnosi riguardanti le malattie precedenti e presenti nella famiglia del paziente, le sue abitudini di vita, compresa l’attività lavorativa svolta, i sintomi che lo hanno spinto a chiedere la consulenza specialistica. In seguito il medico procede all’osservazione della regione anale e all’ispezione rettale. Il paziente viene di regola posizionato sul lettino d’esame in decubito laterale sinistro con le ginocchia flesse sul tronco (posizione cosiddetta fetale).

L’esaminatore procede all’introduzione di un dito provvisto di guanto e, con delicatezza, valuta con la palpazione lo stato del retto. Quando necessario, il proctologo esegue un’indagine visiva della mucosa dell’ultimo tratto dell’intestino utilizzando uno specifico strumento chiamato anoscopio o un rettoscopio.

 

Visita proctologica specialistica preparazione

Non sono necessarie particolari preparazioni all’esame. Quando è previsto un esame strumentale con l’anoscopio è però opportuno un clistere evacuativo da effettuare un paio d’ore prima della visita.

 

Visita proctologica specialistica fa male o ha qualche controindicazione?

Di regola non è un accertamento doloroso anche se può essere fastidioso e creare disagio in considerazione della zona da esaminare. Non vi sono in genere particolari controindicazioni alla sua esecuzione.

 

Note

Al momento non sono da evidenziare note riferite a questa prestazione.

Visite Specialistiche

Fisioterapia

  • Fisioterapia

Prevenzione

Medicina Estetica

Cerchi una struttura
dove prenotare
e acquistare
questa prestazione?

Per accedere al servizio devi acconsentire al trattamento dei tuoi dati personali. Leggi l'informativa sulla privacy